Al momento stai visualizzando La novità di La Ville Crocetta: pizza al tegamino, un viaggio tra sapori tradizionali e contemporanei

La novità di La Ville Crocetta: pizza al tegamino, un viaggio tra sapori tradizionali e contemporanei

  • Categoria dell'articolo:News / Torino

La novità di La Ville Crocetta: pizza al tegamino, un viaggio tra sapori tradizionali e contemporanei 

 

La nuova apertura di La Ville Crocetta ha portato con sé molte novità, tra cui la presena dell’impareggiabile pizza al tegamino. 

 

La pizza al tegamino, il gusto autentico di Torino 

 

La pizza al tegamino è un’autentica prelibatezza tipica di Torino. Si distingue per l’impasto che subisce una doppia lievitazione e per essere cotta in una piccola padella o tegame, resi antiaderenti da un sottile strato di olio d’oliva. Le sue origini sono avvolte nel mistero, con alcune leggende che la attribuiscono a un pizzaiolo torinese desideroso di accelerare i tempi di preparazione, mentre altre tradizioni suggeriscono influenze toscane o liguri.

 

Si ipotizza che i fornai, già abili nella produzione di farinate e focacce, abbiano iniziato a sperimentare con le pizze, utilizzando tegami già impiegati per altre preparazioni. Questo consentiva di adattare i tempi di cottura alle alte temperature richieste, risultando in una pizza dal gusto unico e inimitabile. La pratica di servire la pizza al tegamino preceduta da una porzione di farinata sottolinea il legame tra le due preparazioni.

 

I primi locali a servire la pizza al tegamino risalgono agli anni ’30, e da allora è diventata una presenza costante nella scena culinaria torinese. Tuttavia, con l’arrivo di pizzerie classiche la sua popolarità ha subito un calo diventando una specialità di nicchia. Negli ultimi anni, grazie alla rivalutazione dei prodotti gastronomici locali, la pizza al tegamino ha conosciuto una rinascita, con nuovi locali specializzati e un interesse rinnovato da parte dei consumatori.

 

Nonostante ci siano dibattiti sul nome corretto, “al tegamino” o “al padellino“, entrambi sono usati comunemente, anche se il primo prevale nel panorama torinese. La pizza al tegamino differisce rispetto alla pizza al mattone napoletana: quest’ultima, infatti, viene sempre cotta in forno, ma senza tegame.

 

 

Identikit: tra morbidezza e croccantezza

 

L’impasto della pizza viene steso nella monoporzione del tegamino, di solito con un diametro compreso tra 20 e 25 centimetri, e parzialmente condito con pomodoro. Successivamente, viene lasciato riposare fino al momento della cottura, che può durare fino a 24 ore. Durante questo periodo, l’impasto beneficia di una seconda lievitazione che lo rende straordinariamente soffice. Il condimento completo avviene poco prima della cottura, con l’aggiunta di mozzarella, origano e altri ingredienti a piacere.

 

La cottura avviene nel forno, tipicamente a legna ma anche elettrico, producendo sulla parte a contatto con il tegamino oliato un effetto di parziale frittura che conferisce alla pizza una consistenza morbida e friabile allo stesso tempo. Questa peculiarità unisce la morbidezza e lo spessore della focaccia alla croccantezza tipica della pizza al mattone.

 

Le tre varianti tradizionali storiche sono sempre state disponibili anche nelle pizzerie più tradizionali: alla marinara, “senza” (cioè senza acciughe) e “con” (con acciughe), tutte condite con una spolverata di origano.

 

 

Esplosione di sapori nel menù La Ville

 

Il menu della pizza al tegamino di La Ville è un viaggio attraverso i sapori italiani più autentici e gli accostamenti più sorprendenti. Tra le opzioni classiche, la “Margherita” brilla con la sua semplicità: salsa di pomodoro, mozzarella e basilico si fondono in un trionfo di freschezza e gusto. Tuttavia, è nelle combinazioni più audaci che la vera magia accade.

 

Immagina di assaggiare la “Stratosferica“: stracciatella, melanzane fritte e basilico si uniscono per creare un’esplosione di sapori mediterranei che deliziano ogni morso. Oppure prova la “Calabra“: spianata calabra, olive nere, nduja e cipolla rossa danzano armoniosamente sulla base croccante, regalando un’esperienza gastronomica avvolgente e avvolgente.

Una delle gemme nascoste del menu è sicuramente la “Mare e Monti“. Con funghi, gamberetti e prezzemolo, questa pizza incarna la fusione tra il mare e la montagna, offrendo un’esperienza gustativa completa che soddisfa tutti i sensi.

 

Ma La Ville non si accontenta di ripetere le stesse vecchie ricette: qui l’innovazione è all’ordine del giorno. La “Bronte” con mortadella favola, stracciatella di burrata e granella di pistacchio e la “La Ville 2.0” con cipolla rossa caramellata, salsiccia, gorgonzola e bufala sono solo alcune delle creazioni che dimostrano l’abilità nel mescolare sapori tradizionali con un tocco moderno.

 

Per rispettare la tradizione, da La Ville Crocetta potrai trovare nel menù anche la nostra soffice farinata, preparata con pochi ingredienti, semplici e genuini: farina di ceci, acqua, sale e olio extravergine di oliva. 

La farinata e la pizza al tegamino di La Ville sono molto più di un semplice pasto: si trasformano in un’esperienza culinaria che celebra la ricchezza e la diversità della cucina italiana. Con una vasta gamma di sapori e combinazioni, ogni pizza racconta una storia unica e deliziosa. Quindi, se ti trovi a Torino e desideri assaporare un’autentica esperienza gastronomica italiana, non esitare a prenotare un tavolo da La Ville Crocetta (Corso Re Umberto 34/B, Torino) e lasciati trasportare in un viaggio attraverso i sapori dell’Italia!